Va' Verso Te

La vocazione divina dell'uomo
13.90In stock13.90

«Va’ verso te» è l’imperativo che Dio dà ad Abramo, mostrandogli come ogni individuo nasconda nella sua identità terrena il seme divino della creazione.

Are you buying outside of Italy? contact us on info@harmonia-mundi.it
Per acquisti fuori dall'italia contattaci su info@harmonia-mundi.it

Sono disponibili 1 pezzi

  • loader
SKU: 9788899684129 Autore: Annick de Souzenelle Produttore: Tlon

Questo libro è la sintesi del lavoro di tutta una vita.
«Va’ verso te» è l’imperativo che Dio dà ad Abramo, mostrandogli come ogni individuo nasconda nella sua identità terrena il seme divino della creazione. Attraverso questo invito l’uomo potrà stringere di nuovo un’alleanza che lo condurrà fuori dall’esilio in cui si trova.
In questo libro Annick de Souzenelle propone un nuovo tentativo per decifrare i simboli che abitano dentro di noi, attraverso la rilettura del ruolo delle principali figure bibliche.
Il fulcro di tutta la sua potente lettura rimane l’uomo, nella sua natura di essere mutante.
"La custodia del nostro inconscio è la legge fondamentale che presiede alla tensione creatrice, la sola che innalza dalla vita verso l’increato in sé, il divino in sé, per costruire la persona".
Dall'introduzione:
E' arrivato il momento di approfondire la nostra conoscenza dei testi sacri e di rispondere all’appello di Nikolaj Berdjaev, filosofo cristiano del xx secolo, che in molti libri si è lamentato dell’indigenza dell’antropologia cristiana.
E' arrivato il momento di «togliere le vesti del mondo di cui è rivestita la Torah; la sua luce originale era troppo forte per il mondo e rischiava di accecarlo e di bruciarlo», diceva il Rabbi Dov Baer, Magghid de Mezeritch nel XVIII secolo, «poiché i tempi messianici si avvicinano. Allora», aggiungeva il Magghid, «in quel tempo, il Santo-Benedetto-Sia tirerà fuori il Sole dalla sua guaina, cioè la luce della Torah brillerà con tutto il suo splendore...».
Essa brillerà per quelli il cui cuore sarà divenuto questo stesso Sole. Il libro dei Proverbi lo conferma: «La gloria di Dio è di nascondere la sua Parola; la gloria dei re è di cercarla».
Possa quest’opera contribuire a fare di noi dei re.