Dialoghi Con L'Infinito

16.00In stock16.00

Nello stadio di consapevolezza Cosmica ci viene data la conoscenza che possiamo paragonare con il dialogo con Dio Stesso.Alcuni vi fanno riferimento con il termine ispirazione, altri con quello della consapevolezza sovramentale

Are you buying outside of Italy? contact us on info@harmonia-mundi.it
Per acquisti fuori dall'italia contattaci su info@harmonia-mundi.it

Sono disponibili 1 pezzi

  • loader
SKU: 9788888718279 Autore: Sandra Heber Percy Produttore: Laris Editrice

Le verità affiorano dall'esperienza di unione con l'Energia Primaria, il contatto diretto con il Sé, e questi dialoghi non sono da confondersi con messaggi di sensitivi o di medium, ma rappresentano la conoscenza ultima che affiora dal centro di noi stessi, di cui l'uomo può fidarsi ciecamente.
Nello stadio di consapevolezza Cosmica ci viene data la conoscenza che possiamo paragonare con il dialogo con Dio Stesso. Alcuni vi fanno riferimento con il termine ispirazione, altri con quello della consapevolezza sovramentale. Tutti noi possiamo arrivare ad un livello di consapevolezza che ci rende canali aperti, risvegliando la pura intelligenza divina, e ricevere ogni conoscenza che si trova addormentata dentro noi stessi sotto mille strati di pensieri ed aspettative.
Come possiamo essere certi che non sono fantasie o allucinazioni? Possiamo paragonare ogni informazione con le più antiche scritture dei Veda, la scienza dell'anima, da cui derivano la saggezza di tutte le religioni o dal senso di pace e di sollievo che si prova sollevando tutti i veli delle mezze verità.
I dialoghi sono gli insegnamenti sussurrati dalla Sorgente, dal cosmo stesso, captati nell'immobilità della meditazione e rappresentano le vette più alte del monismo puro. In un linguaggio idoneo alle menti occidentali l'autrice disperde con mano leggera ogni dubbio della mente umana, ma allo stesso tempo non manca mai di farci sorridere con la sua sincerità e dei tocchi di umorismo in cui ogni lettore può riconoscersi.

Dio: Io permeo la creazione in cui mi manifesto. Non c'è via di uscita: sei intrappolata in me, e sorrido quando ti vedo perplessa o corri a destra e a manca facendo domande ad altri….anche se sono io stesso che faccio affiorare le domande, e io stesso a risponderti per bocca di coloro che ho reso miei strumenti di conoscenza o agenti.