NETTUNO - IL DIO DEGLI ABISSI

astrologia-nettuno-fassio-big.jpg

Nettuno, insieme a Urano e Plutone, è uno dei pianeti invisibili. Un pianeta che si fa sentire grazie alle sue potenti vibrazioni ma che non si lascia vedere ad occhio nudo. Nel mito Nettuno aveva come obbligo di assumere una forma sempre diversa, non avendone una sua, ogni volta che doveva emergere dal suo regno, Il regno degli Abissi. Questa interessante particolarità mitologica ci fa pensare a qualcosa di “indefinibile” che assume una forma adatta al momento.
Nettuno quindi personifica  una divnità d’acqua, un dio che  viveva negli abissi; il suo compito dunque è di dissolvere, di portare via e di far cadere  “l’oblio” su ciò che non serve più anche se ha avuto molta importanza nel nostro vissuto;  Lo scopo è di permetterci di ampliare la nostra coscienza per farci percepire qualcosa di più che  dia significato e senso di partecipazione alla nostra vita.
Chiaramente l’effetto dissolvente di Nettuno crea delle difficoltà poiché appare caotico, disorganizzante allorchè abbiamo la sensazione della perdita dei confini e dei punti di riferimento che la mente ha posto a difesa della pericolosità dell’inconscio.
Con Nettuno sperimentiamo che tutto è assolutamente transitorio e che non dobbiamo aggrapparci a nulla perché,  se coltiviamo un vero senso spirituale della vita, abbiamo tutto ciò che ci necessita al nostro interno.
Nettuno, durante i suoi transiti ci permette di percepire il tutto e ci riporta ad una condizione di totalità e perfezione che sentiamo di aver perso con la nascita considerata una “caduta”. Questa è la grande magia di Nettuno: si ritrona a quel sentire che è sempre estromesso dal penssare. Si sente il bisogno di affidarsi a qualcosa di superiore, qualcosa di preesistente all’Io.

Quota di partecipazione 180,00 euro. Iscrizione obbligatoria sul sito.

loader